Librocubicularist, ovvero quelli che leggono a letto

Mentre cercavo delle immagini per la mia bacheca dedicata al Natale mi sono imbattuta in questa strana parola: Librocubicularist, un garbuglio di lettere che significa “persona che legge a letto”. Mi sono fermata un attimo e ho pensato: sono io!

Image

L’etimologia della parola è difficile da rintracciare ma quella più accreditata afferma che potrebbe essere una parola di origine latina dove Liber significa libro e cubiculum significa letto. A me, però, piace credere che questa parola la parola l’abbia inventata uno scrittore, infatti fu orginariamente usata nel 1921 da Christopher Morley nel libro Haunted Bookshop (mai tradotto in italiano). Non ho trovato una traduzione decente in italiano (se qualcuno la conosce me la scriva!), librocubicularista suona male, quindi potremo inventarla.

INVENTA ANCHE TU UNA TRADUZIONE DI LIBROCUBICULARISTA

Potremmo usare Amanti del libro a letto, ma poi ci inserirebbero nel DSM V alla voce “patologie sessuali”, o potremmo usare Lettori da Letto ma è cacofonico. Mi sarebbe piaciuto chiamarci semplicemente Letti: una crasi tra le parole Lettori e Letti, ma purtroppo l’hanno già inventata con duplice significato (sia oggetto di arredamento che atto del “già letto”) e dobbiamo immaginare che ci appaia la scritta “il nome che hai richiesto non è più disponibile

(che poi è la scritta che mi usciva sempre quando cercavo di aprire questo blog che nelle mie intenzioni avrebbe dovuto chiamarsi “unalettrice.wordpress.com” ma visto che era già preso (da una che poi manco lo usa, l’infingarda) ho selezionato questo unalettricedotcom.wordpress raccontando a me stessa “ma sì, dai, va bene, tanto leggi anche in ebook”.)

Ok, ma non divaghiamo, andiamo al punto centrale della questione: non abbiamo trovato una traduzione degna di esprimere il nostro amore per la lettura a letto. #fail.

Va bene. Allora useremo Librocubicolarista, i vantaggi ci sono. Aspettate che ci penso un attimo, ma sono sicura che i vantaggi ci siano.
Eccoli:

ve la potete tirare: nessuno, tranne i 3 lettori affezionati a questo blog, sa cosa significhi librocubicolarista.

– dire librocubicolarista 10 volte di fila molto velocemente aiuta l’articolazione mobile della lingua e delle labbra. Insomma è come fare palestra, ma con la bocca. Serve a mantenere le labbra toniche e turgide. Mai più silicone!

– c’è una domanda del Trivial Pursuit che chiede “cos’è un Librocubicolarista?” e voi saprete rispondere stracciando quegli idioti dei vostri cugini che non sanno scrivere correttamente taccuino e guadagnano molto più di voi, se non che non hanno bisogno di lavorare perchè Zio Teodoro ha lasciato loro la fabbrichetta e la villa con piscina. Ma voi, grazie a librocubicolarista, prenderete la vostra rivincita.

019a417e3853e352b1198551ed90be96

IDENTIKIT DEL LIBROCUBICULARISTA

Sei un librocubicularista nell’animo?

1-Adorate leggere a letto?(questa è facile, dovete rispondere sì)

2- Leggere a letto è una di quelle cose che vi riporta in pace con il mondo?

3- Credete che “non avendo mai io avuto un dolore che un’ora di lettura non abbia dissipato?” (se non lo credete, provate: per quell’ora, funziona. Se volete prolungare andate dal pusher, qui si parla solo di libri. )

4-Siete d’accordo con Alcuni libri devono essere assaggiati, altri trangugiati, e alcuni, rari, masticati e digeriti ed è meglio farlo a letto?

5- Si scrive soltanto una metà del libro, dell’altra metà si deve occupare il lettore ed è meglio che se ne occupi a letto?

6- è inutile alzarsi subito, posso aspettare ancora 5 minuti, magari leggo due pagine?

Insomma il Librocubicularista è pigro. Vuole stare comodo.

IDENTIKIT VISIVO DEL LIBROCUBICOLARISTA

c840e9eca7877d1d1df43814ef444f9d

Il librocubicolarista appare come un invididuo sdraiato nel proprio letto intento a leggere un libro. (carta o ebook è uguale).

Nel letto matrimoniale:

il librocubicolarista concentrato: occupa la sua parte del letto, con due cuscini dietro la schiena, il libro davanti.

il librocubicolarista a stella: si sdraia in mezzo al letto con le gambe e le braccia divaricate, occupando tutto lo spazio possibile, sospirando di contentezza.

– Il librocubicolarista trasgressivo: sta a pancia in giù, sdraiato in diagonale sul letto, sopra alle coperte.

Nel letto singolo:

– Il librocubicolarista allungato: il letto è singolo ma lui è dappertutto, legge con una gamba che pende fuori dal letto o le gambe allungate sul muro.

Il librocubicolarista ristretto: tiene le ginocchia piegate, ci appoggia il libro sopra, occupa poco spazio, non parla e non sporca. (alla quinta posizione tra i mariti ideali).

Accessori o persone o animali che troverete con il Librocubicolarista

– libro

– i vestiti non servono, è consigliato stare nudi. (vedi fotografia). Se proprio avete freddo mettersi sotto le coperte.

– il gatto non è indispensabile, ma scalda. Utile in inverno. Se c’è il gatto i vestiti sono importanti. Mettersi i vestiti.

un partner Librocubicolarista, per un validissimo motivo:

La lettura di ogni buon libro è come una conversazione con le persone migliori dei secoli passati diceva René Descartes e mi trovo d’accordo, e le conversazioni si possono fare dappertutto, come il sesso,in treno, in metropolitana, nei campi di pomodori, sul divano, nella vasca da bagno, in cucina mentre sobbolle il sugo, al mare…insomma è bello usare la fantasia ma come il letto di casa propria, non ce n’è.

782accce09a826f3553e8b01e9680982

11 Comments Add yours

  1. Otello Piccoli ha detto:

    Ironico, brillante, merita una condivisione su fb. Anche se, così facendo, il club di chi sa cosa vuol dire smetterà di essere esclusivo.

    Mi piace

    1. Una lettrice ha detto:

      beh, se il club si amplia non ne avremo a male 🙂
      Grazie per l’apprezzamento.

      Mi piace

      1. Otello Piccoli ha detto:

        Ma vale anche, che so, per il Fatto Quotidiano?

        Mi piace

      2. Una lettrice ha detto:

        potresti essere un iPadcubicolarist se lo leggi su iPad perchè Quotidianocubicolarista è davvero troppo, dai.

        Mi piace

      3. Otello Piccoli ha detto:

        Cartaceo, ogni sera l’editoriale di Travaglio.
        Vabbè limiterò la definizione a quando ho il libro.

        Mi piace

  2. ilsuccodimela ha detto:

    Io sono talmente “librocu…” va bè, quella cosa lì, che anche quando devo scegliere un libro nuovo, lo faccio nel letto. Porto tutti i papabili candidati, li ammasso vicino a me sul letto e comincio a guardare il retrocopertina, leggere la prima pagine, annusare. Poi li butto tutti giù di lato quando ho trovato il prescelto.

    Mi piace

    1. Una lettrice ha detto:

      wow ma tu sei davvero una Librocu… con i fiocchi!

      Mi piace

  3. Ophelinha ha detto:

    bellissimo post Alessandra 🙂
    io ho persino un cuscino “da lettura” (un cuscino molto grande e rigido: lo schienale perfetto)
    ah, le domeniche mattine passate a letto con una tazza di te’ e un buon libro 🙂

    Mi piace

    1. Una lettrice ha detto:

      ahh, quelle sì che sono domeniche mattina, vero?

      Mi piacerebbe capire quali sono gli oggetti “da lettura”..io praticamente non ne ho, ma non sei la prima che mi parla di un cuscino da lettura…vogliamo una foto!

      Mi piace

  4. Direi di no, di sera sono stanca e non ho l’attenzione necessaria per leggere…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...