Giusy Marchetta, L’iguana non vuole, Rizzoli, 2013. Recensione – UnaLettrice.org

Giusy Marchetta, L’iguana non vuole, Rizzoli, 2013. Recensione – UnaLettrice.org  Paralizzati dalla paura?
ImageUna ragazza di 28 anni, laureata in lettere, napoletana, vuole insegnare italiano e latino. Per lavorare, come precaria, deve trasferirsi a Torino, per un anno, per fare l’insegnante di sostegno a ragazzi disabili. Il romanzo tratteggia la situazione di sofferenza e incertezza in cui si trovano coloro che insegnano, dove precarietà e scarse risorse economiche, scarse strutture e, purtroppo, scarsa professionalità sono la norma.Il libro non grida allo scandalo e non assume un tono di denuncia.La cosa che mi ha colpito, al contrario, è l’atmosfera rassegnata che connota tutta la vicenda descritta. L’atmosfera perdente potrebbe graffiare, come nei romanzi di Yates, cantore di vite insoddisfatte, o potrebbe mordere il lettore, come nei romanzi di Thomas Bernhard. Le vite precarie della Marchetta invece sono paralizzate dalla paura. La paura ritrova come visione di fondo e serpeggia per tutto il libro. Giusi Marchetta descrive la precarietà come stato di vita: le amicizie vere sono lontane e quelle vicine sono superficiali, l’amore vero è solo un miraggio,  Torino è una gelida Siberia, gli attacchi di panico della protagonista sono quasi giornalieri, i corridoi della scuola sono lunghi, gli spifferi sono gelidi, i ragazzi disabili sono Psyco pronti ad infilarti una matita negli occhi, a te, che volevi insegnare italiano e latino nella città dove sei nata e invece ti trovi a mille chilometri di distanza a fare lì insegnante di sostegno senza altre risorse che non te stessa. Il libro si legge d’un fiato: scivola via tranquillo, con una scrittura fluida intervallata da piacevoli flashback.

L’autrice, Giusi Marchettanata nel 1982, da Napoli si è trasferita a Torino dove è insegnante di sostegno al liceo.

One Comment Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...